Nucleo Sommozzatori di Protezione Civile

Al servizio della collettività

Lo Scuba Point Marino si è costituito registrandosi all’Ufficio delle Entrate di Reggio Calabria il 14 Febbraio 2000, con n° 71.

Il Comitato Direttivo era composto da:

Presidente                  Mallamaci Filippo

Segretario                  Marino Bruno

Tesoriere                    Laganà Angela

In seguito, con stesso iter e avviando consultazione interna, ha provveduto a redigere nuovo statuto e nuova denominazione in ( Scuba Point Reggio Calabria ), registrandosi all’ Agenzia delle Entrate di Reggio Calabria il 28 febbraio 2007 al n° 1199, di seguito si trascrivono le cariche assunte:

Consiglio Direttivo     Angela Laganà, Stefania Suraci

Presidente                  Filippo Mallamaci

  1. Iscritta all’albo Regionale del Volontariato di Protezione Civile in data13 Febbraio 2004, con numero 1186;
  1. Iscritta all’Albo della Consulta Provinciale del Volontariato di Reggio Calabria, in data 25 Maggio 2004, con numero 30;
  1. Iscritta all’Albo Provinciale delle associazioni Ambientaliste il 19 ottobre 2004 al n° 39;
  1. Iscritta all’Albo Comunale del Volontariato di Protezione Civile in data 08 giugno 2010 al n° 10;
  1. Iscritta all’Albo Provinciale delle Associazioni di Volontariato Sezione Speciale Protezione Civile con delibera n° 41 del 16 febbraio 2011 al n° 33;
  1. Iscritta nell’ elenco delle Organizzazioni di Volontariato del Dipartimento della Protezione Civile. DPR 194/01 al n° 54940 in data 23 settembre 2011

 

All’interno dello stesso operano gli iscritti, con regolare certificazione di professionalità subacquea a vari livelli, in possesso di certificazione assicurativa.

I volontari operano con attrezzatura subacquea propria e/o in locazione,  supportati da attrezzature tecniche subacquee, fornite in uso da centri subacquei convenzionati.

                                                                                                     

Attività svolte:

  • Maggio 2000 - Operazione fondali puliti, Circolo Velico Reggio Calabria.
  • Giugno 2000 - Operazione fondali puliti nell’area portuale di Bagnara Calabra, recupero di circa 200 accumulatori.
  • Giugno 2000 - Monitoraggio video fotografico del relitto Laura C. in Saline Joniche prov. Reggio Calabria.
  • Giugno 2000 - Simulazione di operazioni di ricerca e recupero.
  • Settembre 2000 - Simulazione di intervento in mare per il recupero di oggetti di varia natura e dimensione con l’utilizzo di palloni di sollevamento.
  • Novembre 2000 - Organizzatore del progetto “IN FONDO AL MAR”, presso Isola Capo Rizzato prov. KR in data 24,25,26, 29 e 30 Settembre e in data 14 Novembre 2000 a cura del Ministero dell’Ambiente.
  • Novembre 2000 - Operazione di ricerca in alto fondale con l’uso di miscele ternarie in Lazzaro R.C.
  • Novembre 2000 - Individuazione e rilevamento a – 80 metri di 1 Anfora Dressel 2.5 Lazzaro R.C.
  • Febbraio 2001 - Simulazione di intervento in acque con scarsa visibilità, località  Saline Joniche.
  • Marzo 2001 - Operazioni di video ripresa a diverse quote operative e con diverse condizioni di marea, località  Scilla.
  • Aprile - Settembre 2001 - Campagna sulle “Reti Fantasma” promossa da Legambiente, rilevamento delle reti abbandonate sul fondo del mare, relativa mappatura e recupero.
  • Luglio 2001 - Simulazione di operazioni di ricerca di un oggetto disperso sul fondo a circa 45 metri, con relativo recupero usando palloni di sollevamento da 500 e 1000 Kg.
  • Agosto – Ottobre 2001 - Campagna “Avvistamento Cetacei" promossa da Legambiente, in tutta l’area dello stretto di Messina , in collaborazione con ICRAM, il Ministero dell’Ambiente, Istituto Tethys.
  • Settembre – Novembre 2001 - Campagna di monitoraggio degli idrocarburi e dei metalli pesanti nel sedimento marino, in collaborazione con Goletta Verde.
  • Gennaio 2002 - Rilevamento della Posidonia oceanica, nell’area dello stretto di  Messina tra Catona e Bocale.
  • Marzo 2003 - Simulazione di intervento con scarsissima visibilità in un area alluvionata , intervento eseguito alla foce del Torrente Molaro dopo nubifragio, visibilità max 1 metro.
  • Marzo 2003 - Simulazione di intervento in alto fondale  prof. operativa 95 metri, uso di miscele ternarie.
  • Aprile 2003 - Monitoraggio del relitto Laura C. in Saline J. Condizioni ambientali dopo intervento di cementificazione.
  • Ottobre 2003 - Simulazione di intervento di ricerca e recupero di relitto affondato in zona S. Leo di Pellaro, uso di 2 palloni di sollevamento da 500 e 1000 Kg. , con l’intervento di gru dalla battigia.
  • Giugno 2004 - Operazione Fondali Puliti , Reggio Calabria.
  • Giugno 2004 – Recupero di una rete da posta nelle acque di Pellaro Reggio Calabria.
  • Luglio 2004 - Simulazione di recupero oggetto su alto fondale max 90 metri, in località Lazzaro prov. R.C.
  • Luglio 2004- Una Passeggiata nel blu di Saline Joniche. Progetto turistico ambientale adattato e pensato per la conoscenza e la divulgazione dell’immagine di Saline Joniche sott’acqua, finanziato dal Comune di Montebello Jonico.
  • Agosto 2004 - Operazione “Spiagge Sicure” a cura della Provincia di Reggio Calabria, località monitorata spiaggia di S. Gregorio.
  • Ottobre 2004 -  Simulazione di soccorso a naufraghi in mare con condizioni precarie dell’area destinata all’esercitazione, mare mosso e scarsa visibilità, Reggio Calabria.
  • Febbraio 2005 - Simulazione di operazioni di ricerca di un oggetto disperso sul fondo a circa 50 metri, con relativo recupero usando palloni di sollevamento da 500 e 1000 Kg.
  • Marzo 2005 – Monitoraggio con video riprese ( presumibilmente identificato come antico Porto Bolaro ), nel tratto di mare Fiumarella Pellaro.
  • Maggio 2005 - Simulazione di un intervento per il soccorso e recupero in mare  di un subacqueo in stato di incoscienza, Reggio Calabria.
  • Settembre 2005 - Impiego di n° 2 Volontari in servizi di prevenzione a cura del Comune di Reggio Calabria in occasione della manifestazione “Notte Bianca”, area antistante Lungomare Falcomatà.
  • Dicembre 2005  -  Recupero di parte superiore di anfora nelle acque di Lazzaro (RC).  Consegnata successivamente al Museo della Magna Grecia di Reggio Calabria.
  • Luglio 2006, per conto del comune di Reggio Calabria, è stata  recuperata una rete nelle acque di Punta Pellaro nell’omonima secca. La rete aggrovigliata sulle pareti della secca si estendeva per circa 400 metri da una profondità minima di 6 metri a quella massima di 42 mt. Veniva prodotto un video accertante le condizioni dell’area prima e dopo l’intervento.
  • Settembre 2006 Impiego di n° 2 Volontari in servizi di prevenzione a cura del Comune di Reggio Calabria in occasione della manifestazione “Notte Bianca”, area antistante Lungomare Falcomatà.
  • 16/17 Settembre 2006, stage formativo rivolto ai volontari dello Scuba Point, dal titolo “ Tecniche di soccorso per disabili in ambito balneare e subacqueo “ finanziato dal CSV Calabria.
  • 25/26 Agosto 2007 stage formativo rivolto ai volontari dello Scuba Point, dal titolo “ Benefici della somministrazione di ossigeno, per infortunati in pre annegamento” finanziato dal CSV Calabria.
  • Settembre 2007 Impiego di n° 2 Volontari in servizi di prevenzione a cura del Comune di Reggio Calabria in occasione della manifestazione “Notte Bianca”, area antistante Lungomare Falcomatà
  • 16/17 Dicembre 2007 stage formativo rivolto ai volontari dello Scuba Point, dal titolo “ Uso e manutenzione Kit somministrazione ossigeno per infortunati in pre annegamento “ finanziato dal CSV Calabria.
  • 25/31 Marzo 2008 partecipazione alla settimana della cultura, promosso dal Ministero dei Beni Culturali presso il Museo della Magna Grecia in Reggio Calabria. 
  • Agosto Ottobre 08 Lazzaro campagna di scavo archeologico con la supervisione della Dott. Agostino della Soprintendenza della Calabria.
  • 30 Dicembre 08 intervento di ricognizione su richiesta del Dott. Dapoto del Museo Nazionale della Magna Grecia in Reggio Calabria. Monitoraggio dell’area a sud del Lungomare Falcomatà adiacente al Circolo Velico, al fine di individuare presunti reperti archeologici.
  • Giugno 2009 ha partecipato all’identificazione unitamente ad Ecosgfera Diving di Messina, del relitto sito in Cannitello, conosciuto come “ il Vapore “. Identificato dopo le ricerche presso i registri storici navali e le attività sviluppate in mare, come Cargo a vapore costruito a "Mounsey Foster" nel Settembre del 1878 dal nome "Alvah".
  • Gennaio 2010 ha partecipato unitamente ad Ecosfera Diving di Messina alla ricerca e identificazione all’interno del porto di Messina del relitto Produgal
  • 15 Febbraio 2010 Inizio lavori progetto Calarcheo, realizzazione di un parco socio archeologico didattico subacqueo, in Reggio Calabria.
  • 09 Aprile 2010 intervento di monitoraggio video fotografico dell’area a nord del porto di Saline J.,precisamente degli ex punti di attracco per lo scarico delle navi, oggi sommersi. Richiedente intervento Diano Cementi.
  • 13/17 Giugno 10 Milos Grecia. Ente CNR, nave Urania, monitoraggio video delle fumarole subacquee e relativa campionatura e carotaggio dello strato superficiale del fondo.
  • 22 Novembre 10 Presunto ritrovamento subacqueo di un’ancora o sasso forato, nell’area prospiciente  “il torrente Fiumarella ” in Pellaro  –  Reggio Calabria.Comunicazione alla Soprintendenza per i Beni Archeologici della Calabria         Archeologo Direttore Coordinatore, Responsabile area subacquea dr. Pasquale Dapoto
  • 15 Dicembre 10 operazione di pulitura e ripristino della poppa della MZ Bettolina, affondata in Lazzaro R.C. Con la emersione dal fango della ruota dentata di poppa.
  • 20 Agosto 2011 Inaugurazione Parco Archeologico sottomarino Calarcheo.

Corsi e stage di Formazione:

Periodicamente vengono effettuati corsi di formazione nel settore subacqueo ricreativo e tecnico con l’uso di gas “ aria, nitrox, trimix “, fornendo agli operatori subacquei le specifiche competenze per operare in ambienti sommersi.

Stage,finalizzati alla conoscenza delle esigenze operative in ambito subacqueo e natatorio dei diversamente abili.

Alcuni operatori hanno partecipato agli stage sui disabili e la formazione subacquea, tenuti presso l’EUDI  ( Salone Europeo delle attività subacquee) in Bologna nel mese di Febbraio 2011.

Inoltre sono stati effettuati stage, riguardanti il soccorso in mare, le tecniche di monitoraggio, ( ambientale e archeologico ), e le tecniche di ricerca e recupero di oggetti dispersi in mare.

All’interno del nucleo operano Istruttori e valutatori subacquei con competenze attinenti i corsi ricreativi, professionali, di primo soccorso, tecnici e per diversamente abili.


ProgrammazioneStage_somministrazione_ossigeno_nelle_emergenze_subacqueeLimportanza_di_un_semplice_segnaleIn_collaborazione_con_le_forze_dellordineFasi_del_rilevamento_graficoSommozzatori_attivita_di_rilevamento_dati
pdf   IMG_0001.jpg
pdf   IMG_0002.jpg
pdf   Motozattera_755.doc

Torna Indietro
Realizzazione sito web laboratoricreativi.net